Perché acquistare un’insegna a LED programmabile?

Insegna led

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato come la stimolazione dell’inconscio sia importante per far sentire a proprio agio un cliente. Si tratta di una regola di cui qualsiasi marchio commerciale di successo tiene conto: basti pensare alle grandi multinazionali dei fast-food, che investono enormi risorse sulla creazione di un arredamento unico e accattivante, per “coccolare” i clienti e stringere un vero e proprio rapporto di fiducia con loro. Alla base di tutti i meccanismi simili si trova l’illuminazione. Anche se non ne siamo attivamente consapevoli, il nostro benessere dipende in notevole misura dal tipo e dalla distribuzione della luminosità che ci circonda. Questo perché i recettori del nostro sistema nervoso sono in grado di percepire e distinguere tra i gradi e le tonalità di luce, anche senza impegnare attivamente la nostra attenzione. Ecco il motivo per cui, tra le fondamenta di ogni campagna di marketing, la gestione delle insegne (siano queste interne o esterne) rappresenta un fattore di grande impatto nel successo di un punto vendita. Il mercato delle insegne, al giorno d’oggi, permette di scegliere tra numerose alternative, più o meno economiche. Tra queste, senza dubbio, i pannelli realizzati con i moderni sistemi LED occupano una posizione di rilievo. Solo questa soluzione tecnologica, infatti, si è rivelata in grado di soddisfare le più avanzate esigenze in termini di libertà geometrica e costruttiva. In una sola parola, creatività: proprio uno dei più prestigiosi rudimenti del marketing. E non è tutto: quando si parla di pannelli LED, si sottintende un vasto insieme di benefici, non solo funzionali (come l’elevata visibilità e le potenzialità gestionali), ma anche economici (è il caso del risparmio energetico e di quello sulla manutenzione).

Una distinzione importante delle insegne a led programmabile consiste nella possibilità di gestire le immagini a proprio piacimento: non è difficile rendersi conto della vastità delle opportunità di marketing che questa caratteristica può offrire, ed è risaputo come al giorno d’oggi, con una concorrenza sempre più spietata e nuovi metodi di comunicazione, la buona immagine di un’attività rappresenti una grande percentuale del risultato finale. I video caricati devono essere necessariamente in formato .avi, mentre per le immagini la scelta è vasta (.png, .jpg, .jpeg, .bmp e .gif). Si può optare anche per il formato .swf, acronimo per Shockwave Flash, apprezzato nei contesti web per via dell’elevata efficienza in rapporto allo spazio occupato. La libertà grafica data da tanta selezione è enorme: alle animazioni più elementari, qualora si desiderasse, si possono alternare video completi ad alta definizione, lavori grafici con effetti impegnativi, immagini scattate autonomamente, o magari contenuti di testo statici o in movimento, e tutte queste categorie possono occupare anche l’intera scena, a discrezione dell’utente.